• Admin

Il Bonus Sud può finalmente partire


L'agevolazione fiscale prevista dalla Legge di Stabilità 2016 diventa operativa grazie ad un decreto attuativo del direttore dell'Agenzia delle Entrate. Con esso vengono approvati il modello e le istruzioni che servono per consentire ai titolari di reddito d'impresa delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo di usufruire del credito d'imposta.

Il credito spetta per gli investimenti realizzati dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2019.

I Beneficiari

L'agevolazione può essere fruita per gli investimenti legati all'acquisto, anche mediante leasing, di macchinari, impianti e attrezzature varie destinati a strutture produttive già esistenti o che vengono impiantate nel Centro-Sud d'Italia.

Sono esclusi i soggetti che operano nei settori dell'industria siderurgica, carbonifera, della costruzione navale, delle fibre sintetiche, dei trasporti e delle relative infrastrutture, della produzione e della distribuzione di energia e delle infrastrutture energetiche, nonché nei settori creditizio, finanziario e assicurativo. L'agevolazione non si applica neanche alle imprese in difficoltà.

Il Modello

Il modello per la richiesta di attribuzione del credito d'imposta è reperibile sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate. Esso è composto dall’informativa sul trattamento dei dati personali, dai riquadri contenenti i dati dell’impresa beneficiaria, del rappresentante firmatario della richiesta, del referente da contattare, i dati relativi alla rinuncia al credito o alla rettifica di una precedente comunicazione, dalla dichiarazione sostitutiva di atto notorio, dagli impegni assunti con la sottoscrizione e da tre quadri (A, B e C).

Termini di presentazione della comunicazione

Il credito d'imposta maturato può essere utilizzato dal beneficiario solo in compensazione, esclusivamente attraverso i servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate.

Le imprese interessate devono presentare la comunicazione esclusivamente in via telematica tramite i servizi online Fisconline o Entratel, direttamente o tramite gli intermediari incaricati quali professionisti, associazioni di categoria, Caf e altri soggetti, a partire dal 30 giugno 2016 e fino al 31 dicembre 2019.

La trasmissione telematica avviene utilizzando il software “Creditoinvestimentisud”, disponibile sul sito web delle Entrate.


5 visualizzazioni