• Admin

Dis-Coll, il sussidio alla disoccupazione per i precari


La DIS-COLL è una indennità di disoccupazione riconosciuta ai collaboratori coordinati e continuativi anche a progetto iscritti in via esclusiva alla gestione separata, non pensionati e privi di partita Iva che abbiano perso involontariamente la propria occupazione. Per l’anno 2015 l’indennità è riconosciuta ai collaboratori che soddisfino congiuntamente i seguenti requisiti:

  • siano in stato di disoccupazione;

  • abbiano versato almeno 3 mesi di contributi alla gestione separata a partire dal 1 gennaio 2014, di cui una mensilità nel 2015. Quest’ultimo requisito sarà soddisfatto anche con un mese di lavoro che abbia generato un reddito pari ad almeno 647,83 euro.

L’importo della Dis-coll è pari al 75% del reddito medio mensile (reddito imponibile previdenziale diviso per il numero di mesi di contribuzione) del beneficiario, nel caso la cifra non superi i 1.195 euro. In caso contrario, a questa somma andrà aggiunta una quota pari al 25% della differenza tra il reddito medio mensile e i 1.195 euro. In ogni caso, l’assegno non potrà superare i 1.300 euro mensili ed a partire dalla quarta mensilità, l’importo si ridurrà del 3% ogni mese.

Per la DIS COLL non è previsto alcun riconoscimento di accredito di contribuzione figurativa.

Per ciò che attiene alla procedura, i soggetti richiedenti dovranno presentare, con modalità telematiche, apposita istanza all’Inps entro 68 giorni, a pena di decadenza, dalla cessazione del rapporto di lavoro.


2 visualizzazioni