top of page
  • Immagine del redattoreAdmin

Rimborso 730 a credito: dal 2024 presentazione senza sostituto e pagamento diretto


A partire da quest'anno i contribuenti potranno presentare il modello 730, precompilato o ordinario, senza sostituto, indipendentemente dall'avere o meno, nel corso dell'anno 2024, un sostituto di imposta tenuto ad effettuare il conguaglio.


Sia nel caso della precompilata che nel caso del 730 ordinario, per poter usufruire del pagamento diretto da parte dell'amministrazione finanziaria, nelle informazioni relative al contribuente va indicata la lettera “A” nella casella “730 senza sostituto” e nel riquadro “Dati del sostituto di imposta che effettuerà il conguaglio” va barrata la casella “Mod. 730 dipendenti senza sostituto”.


Nell'ipotesi che il contribuente ha fornito all'Agenzia delle Entrate le coordinate del suo conto corrente bancario o postale (codice IBAN), il rimborso viene accreditato su quel conto.


La richiesta di accredito può essere effettuata online su www.agenziaentrate.gov.it (chi è già registrato ai servizi telematici può farlo attraverso Fisconline) oppure utilizzando l'apposito modello (disponibile sullo stesso sito), che, firmato digitalmente, può essere trasmesso via PEC a qualsiasi direzione provinciale dell'Istituto, o consegnato in formato cartaceo, con firma autografa allegando copia di un documento di identità (è possibile anche delegare allegando copia dei documenti di identità del delegante che del delegato).


Se non sono state fornite le coordinate del conto corrente, il rimborso è erogato tramite titoli di credito a copertura garantita emessi da Poste Italiane S.p.A.





34 visualizzazioni

Comments


bottom of page