top of page
  • Admin

Apprendistato nelle eccellenze gastronomiche: per ogni impresa che assume fino a 30mila euro

Aggiornamento: 7 gen


Il 20 dicembre 2022 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali contenente i dettagli per l'erogazione di contributi alle imprese che sottoscrivono contratti di apprendistato con giovani diplomati presso Istituti professionali di Stato per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera (Ipseoa).


Il decreto prevede la concessione alle imprese di un contributo non superiore al 70% delle spese ammissibili e a 30mila euro per singola impresa.


Sono ammissibili le spese relative alla remunerazione lorda relativa all'inserimento nell'impresa, con contratto di apprendistato, di uno o più giovani diplomati presso un Ipseoa da non oltre 5 anni e che non hanno compiuto 30 anni di età.


Requisiti delle aziende.

Se l'impresa opera nei settori identificati dai codici Ateco 56.10.11 (Ristorazione con somministrazione), deve essere regolarmente iscritta come attiva nel registro delle imprese da almeno 10 anni o, in alternativa, deve aver acquistato - nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del decreto - prodotti certificati Dop, Igp, Sqnpi, Sqnz e prodotti biologici per almeno il 25% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo; se invece opera nel settore identificato dai codici Ateco 56.10.30 (Gelaterie e pasticcerie) e 10.71.20 (Produzione di pasticceria fresca), la percentuale si riduce al 5 per cento.


La richiesta di erogazione del contributo dovrà essere trasmessa dall'impresa al Ministero entro i 30 giorni successivi alla data prevista come termine finale del contratto di apprendistato allegando diversi documenti ('elenco delle risorse professionali assunte con contratto di apprendistato, relazione tecnico-illustrativa sull'attività svolta - che evidenzi gli obiettivi conseguiti rispetto al piano di formazione, con l'indicazione analitica delle spese sostenute - copia del titolo di studio e delle buste paga relative al personale assunto)


È prevista la possibilità di richiedere l'erogazione di un anticipo nella misura previa presentazione di una fidejussione bancaria o assicurativa, oppure - in alternativa - nel caso di contratti di apprendistato di durata superiore ai 12 mesi, il pagamento di una somma, a titolo di acconto, pari a 1/3 del contributo concesso al termine del primo anno e di 2/3 al termine del secondo anno del contratto di apprendistato.

27 visualizzazioni
bottom of page